“Accabadora” di Michela Murgia

Bonaria Urrai è l’ultima madre, colei che finisce. È l’accabadora, dallo spagnolo “acabar”, finire. Il suo è un segreto sulla bocca di tutti nel piccolo paesino sardo di Soreni, di tutti tranne che della piccola Maria che viene adottata a “fill’e anima” dall’anziana signora e che dovrà negli anni confrontarsi con un mondo adulto che…

“Bestia da latte” di Gian Mario Villalta

Bestia da latte è un romanzo difficile da digerire, da quanto è amaro. È una storia familiare, certo, ma di una famiglia in cui lo spauracchio della misera passata fa sì che l’indifferenza, la solitudine e persino la violenza cieca siano all’ordine del giorno. Insomma, come dice Hermione Granger…

“Oranges Are Not The Only Fruit” by Jeanette Winterson

“Some folks say I’m a fool, but there’s more to this world than meets the eye.” I waited quietly. “There’s this world,” she banged the wall graphically, “and then there’s this world,” she thumped her chest. “If you want to make sense of either, you have to take notice of both.”

“L’Avversario” di Emmanuel Carrère

Per i credenti l’ora della morte è l’ora in cui si vede Dio, non più in modo oscuro, come dentro uno specchio, ma faccia a faccia. Perfino i non credenti credono in qualcosa di simile: che nel momento del trapasso si veda scorrere in un lampo la pellicola della propria vita, finalmente intelligibile. Per i…

“Resto qui” di Marco Balzano

Io credevo che il sapere più grande, specie per una donna, fossero le parole. Fatti, storie, fantasie, ciò che contava era averne fame e tenersele strette quando la vita si complicava o si faceva spoglia. Credevo che mi potessero salvare, le parole.